MotoriDiRicerca.IT - homepage
Principali
Ricerche
Suggerimenti
Inserimento
motori di ricerca pagina precedente
Cerca sul sito:
Newsletter gratis! Scrivi la tua e-mail:
Cerca con Yahoo! Search
  Collegamenti
Notizie

Novità

Registrazione gratis
nei motori di ricerca


Libri sui
motori di ricerca


Statistiche e classifiche

Software gratuito

Che ne pensi del sito?

Dicono di noi

Pubblicità

Collegati al sito!

Riscopriamo i Meta-Motori


A cura di
Raffaele Galano

Cerchiamo di capire cosa sono i meta-motori, quali sono oggi i più usati e perchè, come funzionano e, soprattutto, se sono funzionali alle nostre esigenze.

Secondo una recente ricerca condotta da Infospace sembra che oltre l'80% degli utenti Internet non sappia cosa sono, per ci ci sembra doveroso provvedere ad affrontare questo argomento e magari far scoprire a qualcuno un'utile risorsa per le sue ricerche di tutti i giorni.

I Meta-Motori sono strumenti della Rete che interrogano simultaneamente diversi motori di ricerca più o meno conosciuti e restituiscono una lista di risultati secondo ordine e criterio propri di ogni meta-motore. Non hanno, quindi, spider tutti loro che girano la Rete costruendo una base dati di proprietà, ma utilizzano il lavoro svolto da altri motori di ricerca.
Grazie ad accordi stipulati con le risorse che interrogano, possono usufruire di accessi privati ai loro database e ciò consente ai meta-motori di avere tempi di risposta all'interrogazione degli utenti abbastanza rapidi. C'è sempre uno scambio alla base di questi accordi, per cui in qualche modo il motore di ricerca interrogato partecipa ai guadagni del meta-motore grazie ad un accordo di revenue sharing.

Oltre alla pubblicità nelle pagine dei risultati il meta-motore sopravvive spesso grazie all'inserimento di alcuni link a pagamento, risultati che sono forniti da motori Pay-per-Click, come Espotting, Godado, Overture, FindWhat, ecc.

I meta-motori usano visualizzare i risultati senza processarli, come fa oggi DogPile, ad esempio, oppure operando un'analisi e fornendo un'interpretazione personale del ranking dei listing forniti dai vari motori, creandone una lista unificata. Ixquick e Vivisimo sono un esempio di quest'ultima tipologia, sicuramente più raffinata e interessante della prima. Nella prima, infatti, potremmo ritrovarci una grande quantità di link appartenenti allo stesso sito, specialmente in occasione di query popolari e per quelle più generiche, evidenzando le pecche di una ricerca nell'agglomerato ridondante dei database dei diversi search engine.

Il vantaggio nell'usare questo tipo di risorse per la ricerca, in cosa consiste? Sicuramente nel campo di azione della ricerca stessa, infatti ogni motore di ricerca ha il proprio database formato da un certa percentuale di tutte i file della Rete, quindi interrogando simultaneamente più motori di ricerca la nostra azione coinvolgerà una percentuale maggiore della Rete, rispetto ad una interrogazione sola, facendoci risparmiare il tempo necessario a consultare ogni singolo motore.
Ma ancora, può essere interessante per chi utilizza i motori per l'indicizzazione e il posizionamento avere in un sol colpo e rapidamente una visione d'insieme di come gran parte della Rete affronti l'argomento della query digitata. Quindi anche quali motori sono più vulnerabili allo spamming.

Nella realtà di tutti i giorni un buon meta-motore potrebbe garantire la visualizzazione della crema dei risultati, il meglio dei risultati più pertinenti, invece capita non di rado che amplifichino l'inadeguatezza degli algoritmi di alcuni motori, generando risultati pessimi. Questo dipende direttamente dalla qualità dello stesso meta-motore, che sceglie quante risorse dedicare all'analisi dei risultati dei singoli motori ed alla aggregazione di questi dati per fornire i suoi risultati.

Come svantaggio dobbiamo evidenziare la mancanza diffusa di strumenti per la ricerca avanzata, presenti invece nei singoli motori e che permettono a quella bassa percentuale di navigatori che ne fa uso di affinare velocemente le ricerche.

Ciclicamente tornano alla ribalta i meta motori: solitamente in concomitanza con le difficoltà di alcuni motori di ricerca più classici o di qualche voce che mette in discussione la rilevanza dei loro risultati.

I meta-motori migliori e più conosciuti:

  • Flipper
    Visualizza i risultati prendendoli da alcuni motori e da Open Directory, senza tralasciare alcune fonti che appartengono all'Invisible Web. Alcuni di queste fonti sono, come è normale che sia, siti commerciali, ma ospitano spesso informazioni utili e inedite, specialmente nel campo dello spettacolo.
  • IxQuick
    Il ranking all'interno di questo meta-motore è stabilito sulla base dei primi 10 posizionamenti all'interno dei motori di ricerca da cui prende i database.
  • Vivisimo
    Da sempre la particolarità che ha reso famoso questo meta-motore è stata la capacità di organizzare in cartelle separate i diversi temi che raccolgono i risultati di una ricerca (document Clastering). Provate, a titolo di esempio, a digitare "motori" e capirete cosa s'intende.
  • DogPile
    E' un meta-motore che potremmo definire commerciale o "meta-pubblicitario", perchè i suoi risultati vengono direttamente presi da quelli a pagamento di alcuni motori Pay-per-Click, come Overture o Espotting. Rimane comunque uno dei più utilizzati e conosciuti.
  • Mamma
    Da sempre di definisce The mother of all Search Engines. Anch'esso è diventato, nel tempo, sempre più meta-pubblcità e sempre meno motore di ricerca, ricercando da pochi search engine classici e invece da molte directory e siti di posizionamento a pagamento.
  • Kartoo
    Kartoo visualizza graficamente i risultati delle nostre ricerche, visualizzando una mappa con i siti più rappresentatiti per un certo argomento/keyword, completa dei link che legano quest'area del Web.
  • MetaCrawler
    Proprio perchè è uno dei più anziani (nato nel 1995!) rimane forse il più conosciuto. Acquistato da InfoSpace nel 1997, oggi ospita lo stesso database di altre sue proprietà, come quello di DogPile, quindi con gli stessi difetti.
  • Search.com
    Search.com utilizza la tecnologia dello scomparso SavvySearch, uno dei primissimi meta-motori, e offre una ricerca generalista e alcune particolari opzione per le ricerche specifiche.
    Search.com is a meta search engine operated by CNET. It offers both
    web-wide search and a wide variety of specialty search options. Search.com
    uses technology from SavvySearch, which was acquired by CNET in October
    1999. The SavvySearch site itself no longer operates. SavvySearch was one
    of the older metasearch services, around since May 1995 and formerly based
    at Colorado State University.


Raffaele Galano
Ad Maiora
Gennaio 2003

Segnala questo sito
ad un amico!

News in tempo reale sui motori di ricerca


 

Home |  Principali |  Ricerche |  Suggerimenti |  Inserimento |  Collegamenti |  Notizie

e-mail:

Ad Maiora
"MotoriDiRicerca.IT"
è un progetto Ad Maiora




LinkExchange Network

Copyright 1997-2006 Ad Maiora S.p.A.